NEWS

IL PUNTO

27 novembre 2016, una data da segnare in agenda, da ricordare. Qui a Oderzo non si ha memoria di quanti anni siano passati dall’ultima volta in cui la nostra prima squadra si fosse trovata sola al comando della classifica dopo nove giornate di regular season. È presto per festeggiare? Si è prestissimo. È ancora lungo il campionato e tutto può succedere? Si può succedere qualsiasi cosa ancora. Dobbiamo restare umili e con i piedi per terra? Umili come il più umile degli umili, piedi non inchiodati, ma cementati a terra. Ok, ma si può sognare o no? Si sì sì, sognare e gioire per il primato in classifica e per il filotto di partite vinte non solo si può, SI DEVE!!! E ci mancherebbe pure che fosse il contrario. Dovevamo essere quelli bravi, ma che non difendono, dovevamo essere quelli che “troppe prime donne, a basket si gioca solo con un pallone”, dovevamo essere quelli “coach e assistenti troppi giovani, non riusciranno a gestire alcune personalità un po’ troppo ingombranti”. Risultato? Miglior difesa del campionato, decine di azioni in cui tutti e cinque tocchiamo la palla, allenatore e vice sempre in controllo e in sintonia con TUTTI i giocatori. Poi le vittorie aiutano si sa, ma si    sa anche che non bastano 10 ottimi giocatori per vincere, questi 10 ragazzi poi devono diventare una squadra e qui la cosa si complica. Bravi quindi, bravi i coach, bravi i ragazzi, super bravi i nostri tifosi che erano quasi un centinaio a Jesolo e bravi ai dirigenti che hanno costruito un gruppo equilibrato ed armonioso che ci sta dando tante soddisfazioni. Prossimo avversario il Castelfranco, che evoca ricordi di derby combattuti e incandescenti degli anni ’80 e ’90, con i due palasport stipati all’inverosimile e tanta passione in campo e sugli spalti. Fantinato & co. sono ancora a secco di vittorie, un inizio di campionato alquanto sfortunato per questa Società che ha avuto il merito e il coraggio di fare il doppio salto di categoria la scorsa estate. Molte partite perse con scarti minimi e solo negli ultimi minuti di gioco devono suonare come un campanello d’allarme per i nostri ragazzi, che dovranno scenderemo in campo con il massimo della determinazione e della concentrazione per non incappare in spiacevoli inconvenienti. Forza Calorflex!!!

La solita occhiata alle giovanili, un movimento che ci dà tante soddisfazioni almeno quante quelle della serie C. I primi due punti della serie D targata Virtus Mansue’ è stato festeggiato da dirigenti e tecnici non meno della vittoria di Jesolo. L’under 20, le due under 18 e la under 16, restano ai vertici delle loro classifiche, pur con qualche ” incidente di percorso”. Under 15, 14 e 13 continuano nella loro crescita partita dopo partita, le Amazzoni under 13 non smettono di stupirci e il minibasket…il minibasket è un popolo di bambini dai 3 agli 11 anni che come un fiume in piena invade ogni settimana le palestre della provincia, sempre con il sorriso in bocca e la felicità nel cuore. Non ci stancheremo mai di elogiare il lavoro di TUTTI i nostri allenatori, istruttori e dirigenti del settore giovanile: orgogliosi di voi e dei vostri mini atleti!!!
Un saluto speciale a Nicolò Zanchetta, atleta del 2000, che a causa di un brutto infortunio al ginocchio dovrà star lontano dai campi di gioco per parecchi mesi. In bocca al lupo Nicolò ti aspettiamo presto in campo.
#oderzobaskettheonlyway

X